Gite al mare abusive organizzate da un pensionato

Commenti Memorabili CM

Gite al mare abusive organizzate da un pensionato

| 20/07/2021
Fonte: Pexels

Gite al mare abusive ad opera di un pensionato

  • Un pensionato è finito nei guai
  • Organizzava infatti gite abusive verso il mare
  • La partenza era fissata nel torinese con viaggi in giornata
  • L’uomo però non era in possesso dell’autorizzazione di intermediazione turistica
  • Così le Forze dell’Ordine hanno bloccato il pullman che aveva allestito

 

C’erano una volta gli adorabili vecchiettini che, rigorosamente parlando in dialetto, si piazzavano davanti ai cantieri e commentavano ogni singola mossa degli operai. La maggior parte delle volte, ovviamente, non erano d’accordo perché loro “l’avrebbero fatto meglio”. Ma siamo nel 2021 e prima o poi una svolta doveva pur esserci. A dare il via al cambiamento ci ha pensato questo memorabile pensionato che passava il suo tempo libero ad organizzare gite al mare abusive.

Il tutto, ovviamente, alle spalle di ignari turisti che non vedevano l’ora di farsi un tuffo nelle acque azzurre della Liguria. E infatti il gruppo non ha presso affatto bene quando il pullman Gran Turismo da cinquantasette posti che avevano prenotato è stato bloccato dagli agenti della Polizia Municipale e dai Carabinieri a Cirié, in provincia di Torino. Con buona pace di tutti gli altri passeggeri che attendevano alle due fermate intermedie di Caselle e Venaria e che non hanno mai visto arrivare il bus.

Il pensionato che organizzava gite al mare abusive è nei guai

Un’azione partita a seguito delle indagini che avevano appurato che, come detto, le gite al mare che allestiva il pensionato erano del tutto abusive. Il settantunenne, di cui si conoscono solo le iniziali C.M., infatti, non era in possesso di alcuna autorizzazione di intermediazione turistica. Così il conducente del pullman, affittato ad hoc dall’anziano, è stato sanzionato per violazione delle norme del Codice della Strada. Per lui una multa di poco superiore ai quattrocento euro.

Il bus, invece, è sotto giudizio della Motorizzazione competente che stabilirà il periodo di fermo del veicolo che potrebbe essere dai due agli otto mesi. Per il pensionato che si divertiva a “metter su” le gite al mare abusive, invece, è scattata una sanzione per lo svolgimento della professione turistica senza le dovute autorizzazioni.

Leggi anche: “Mi vogliono raggirare!”: pensionato allerta i Carabinieri, ma è lui il truffatore

Andata e ritorno in giornata per la Liguria

Il vecchietto si era anche lanciato nel marketing sui social network. I viaggi erano infatti promossi su Facebook ed anche “alla vecchia maniera”, ovvero tramite il passaparola. Il pacchetto per i turisti prevedeva l’andata ed il ritorno dalla Liguria ad un costo compreso tra i diciotto ed i ventidue euro, solitamente la domenica. Ora agli investigatori è affidato il compito di capire da quanto tempo il business andasse avanti.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend