Piccolo e letale, ecco il pesce più velenoso del mondo

Commenti Memorabili CM

Piccolo e letale, ecco il pesce più velenoso del mondo

| 20/09/2022
Fonte: Facebook

È piccolissimo, assomiglia ad una roccia ed è bravo a mimetizzarsi: ecco il pesce più velenoso del mondo

  • Il “Pesce pietra” è stato definito “il più velenoso del mondo”
  • Misura solo tra i 30 ed i 40 centimetri di lunghezza ed ha un aspetto “innocuo”
  • È un esemplare tropicale d’acqua salata appartenente alla famiglia delle Synanceiidae
  • Vive nei fondali rocciosi poco profondi del Mar Rosso e dell’oceano Indo-pacifico
  • Viene consumato in alcuni ristoranti in Giappone

 

Misura solo tra i 30 ed i 40 centimetri di lunghezza, ma nonostante il suo aspetto “innocuo” è il “pesce più velenoso del mondo”. Stiamo parlando del Synanceia verrucosa, conosciuto comunemente comePesce pietra: un esemplare tropicale d’acqua salata appartenente alla famiglia delle Synanceiidae che può risultare letale per l’uomo. Vive nei fondali rocciosi poco profondi del Mar Rosso e dell’oceano Indo-pacifico dove si mimetizza alla perfezione grazie ai suoi colori. Questi virano dal rosa al rosso fino al marrone scuro.

Anche per via delle sue escrescenze, simili alle verruche da cui il nome, viene spesso scambiato per una roccia ricoperta da alghe. Grazie ai suoi temibili aculei, è in grado di iniettare un veleno chiamato cardiotossina responsabile di gonfiore, dolore molto intenso, tachicardia e nei casi più gravi paralisi e decesso. A differenza di molte altre specie, questo non va a caccia ma aspetta “silenziosamente” la sua preda, mimetizzandosi con lo spazio circostante.

Il “Pesce pietra” è spesso consumato in alcuni ristoranti in Giappone

Si nutre principalmente di altri piccoli pesci e invertebrati che popolano le barriere coralline e che riesce ad ingoiare anche per intero. Presenta un corpo tozzo, con testa e bocca molto grandi e peduncolo caudale più stretto. Le pinne sono grosse, tozze e arrotondate, rette da raggi spessi. Gli aculei che reggono la pinna dorsale, lunga da 12 a 14 centimetri, sono collegati a ghiandole velenifere che secernono il potente veleno. Alcuni esemplari hanno anche i raggi delle pinne pettorali velenosi.

Leggi anche: Pescatore si fa tatuare un enorme righello per misurare il pesce pescato [+VIDEO]

“Attaccano” specialmente quando si sentono minacciati, ad esempio se bagnanti e subacquei “camminano” sul fondale marino. Proprio per questo si raccomanda di indossare scarpe da scogli e, nel malaugurato caso di puntura, correre immediatamente in ospedale. Nonostante ciò, si tratta comunque di un animale commestibile. È spesso consumato in alcuni ristoranti in Giappone ed è facile vederlo nei mercati ittici o semplicemente da pescivendoli. Inoltre, è spesso ospite in acquari pubblici. Non sembra esistere un commercio per acquari privati, se non in rarissimi casi di allevatori appassionati.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend