È più attivo il cervello maschile o quello femminile? Risponde la scienza

Commenti Memorabili CM

È più attivo il cervello maschile o quello femminile? Risponde la scienza

| 29/09/2021
Fonte: Pixabay

Tra il cervello femminile e quello maschile qual è il più attivo? Lo svela uno studio

  • I ricercatori della Amen Clinics di Newport hanno analizzato 46.034 risonanze magnetiche
  • Il loro scopo? Capire se sia più attivo il cervello femminile o quello maschile
  • A vincere sono le donne: l’afflusso di sangue al cervello femminile è maggiore
  • Le donne sono più empatiche, intuitive e hanno maggior autocontrollo
  • Già pronte a cantare vittoria? Non esultate troppo presto: questo non significa che il genere femminile sia più intelligente

 

Le neuroscienze hanno cercato per anni di capire se ci fossero delle differenze nel cervello di uomini e donne. Uno studio, in particolare, ha cercato di rispondere a un ambizioso quesito a riguardo. Quale? Gli scienziati si sono chiesti se sia più attivo il cervello maschile o quello femminile. La ricerca, condotta da un team di esperti californiani, ha decretato… le vincitrici.

Ebbene sì, ad avere il cervello più sveglio sono le donne. I ricercatori hanno esaminato oltre 46.000 immagini cerebrali ricavate tramite risonanza magnetica. Così, la documentazione ottenuta ha messo in luce le numerose differenze cerebrali tra i due generi. In primis, il cervello femminile è più attivo di quello maschile nella zona della corteccia prefrontale e del sistema limbico. Cosa implica questo? Che le donne abbiano maggior empatia, autocontrollo e sesto senso.

L’importante è accenderlo

Non manca, però, il rovescio della medaglia. Infatti, una maggior reattività del sistema limbico comporta anche una serie di problemi. Ad esempio, maggior predisposizione ad ansia, depressione, insonnia e disturbi alimentari. L’area cerebrale che tende ad attivarsi di più nel cervello dei maschi, invece, è quella relativa a visione e coordinazione.

Questo ha permesso ai ricercatori di individuare quali sono le patologie cui i due generi risultano più predisposti. Gli uomini sono più a rischio per problemi comportamentali, come deficit dell’attenzione e iperattività. Le donne, invece, sono più inclini a sviluppare depressione e Alzheimer.

Leggi anche: Lo studio: il cervello ha più cose in comune con i testicoli di quanto pensi

Pensate di usare le conclusioni di questo studio come arma segreta in improbabili dibattiti su quale sia il genere superiore? Cattive notizie in arrivo. Infatti, gli scienziati hanno fatto sapere che avere un cervello più o meno attivo non ha nulla a che fare con una maggiore o minore intelligenza. Insomma, sono solo due modi diversi di utilizzarlo. Quindi, indipendentemente dal genere di appartenenza, la cosa più importante è una sola: sforzarsi di usarlo bene.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend