L’uomo tailandese che trasforma le piume del pollo in “carne commestibile”

Commenti Memorabili CM

L’uomo tailandese che trasforma le piume del pollo in “carne commestibile”

| 13/01/2021
L’uomo tailandese che trasforma le piume del pollo in “carne commestibile”
Fonte: Pixabay

Piume di pollo per una carne gourmet?

  • Un ricercatore thailandese si è reso conto di quanto spreco ci sia dietro tonnellate di piume di pollo
  • Dopo un master a Londra, il dottr Sorawut Kittibanthorn è tornato in Thailandia per proseguire le ricerche
  • È riuscito a convertire piume di pollo in carne commestibile e ad alto contenuto proteico
  • Ma che sapore avrà questa carne di scarto?
  • Secondo chi l’ha assaggiata, sarebbe addirittura da una stella Michelin

 

In un mondo dove assumere piatti a base vegetale è sempre più raccomandato, qualcuno ha pensato bene di ridurre gli sprechi ed incrementare le proteine soppiantando la carne con qualcosa di decisamente insolito. Un uomo thailandese di nome Sorawut Kittibanthorn ha pensato di trasformare le piume del pollo in carne commestibile.

L’idea decisamente particolare gli sarebbe balenata per la mente mentre si apprestava a trovare un metodo innovativo di riciclo dei rifiuti durante i suoi studi a Londra. Secondo i calcoli di Sorawut, ogni anno in Europa verrebbero scartate oltre due milioni di tonnellate di piume di pollo. Perché non riciclarli in carne sintetica ma salutare? Dopo aver concluso il suo master nel Regno Unito, il ricercatore è tornato in patria, iniziando a produrre carne utilizzando gli scarti degli allevamenti dei volatili.

Piume di pollo per carne del futuro?

L’iter sembra piuttosto semplice: il dottor Kittibanthorn raccoglie le piume di pollo, la macina in una polvere ricca di sostanze nutritive e quindi la converte in “carne commestibile e ricca di proteine”. “Le piume di pollo contengono proteine e se saremo in grado di servire questa proteina ad altri nel mondo, la domanda da parte di una grande fetta di popolazione […] contribuirà a ridurre gli sprechi”, ha spiegato il giovane ricercatore alla testata Reuters.

E se in Europa si parla di 2 milioni di piume di scarto, pare che nel continente asiatico si arrivi al 30% in più: davvero un enorme potenziale, se si pensasse davvero di convertire tutto in carne commestibile. Ovviamente siamo appena in fase sperimentale, e il dottor Sorawut Kittibanthorn pare stia ancora cercando il modo – soprattutto economico – di poter continuare i propri studi in merito. Ma pare che ad oggi vi sia chi ha già assaggiato un prototipo della carne prodotta in tale modo insolito.

Il dottor Sorawut Kittibanthorn prosegue gli studi

La food blogger Cholrapee Asvinvichit pare abbia assaggiato una bistecchina di piume, guarnita con purè di patate ed insalata. “La consistenza è molto complessa ed avanzata”, ha raccontato la donna. “Non immagineresti mai che le piume del pollo siano in grado di improvvisare un piatto come questo. […] È qualcosa che vedrei tranquillamente in un ristorante da una stella Michelin”.

Leggi anche: Novameat: la carne-non carne stampata in 3D

Anche Hathairat Rimkeeree, professore di scienze alimentari alla Kasesart University, sembra essere rimasto decisamente – e piacevolmente – stupito dalla carne prodotta con piume di pollo. “Penso che abbia il potenziale per diventare una fonte di cibo alternativa in futuro”, ha affermato. E mentre surrogati della carne e piatti a base vegetale si fanno sempre più preponderanti nel nostro mondo civilizzato, piume di pollo reimpiegate nel produrre carne commestibile abbattendo gli sprechi ci fanno decisamente affermare: insomma, perché no?

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend