Riceve 100 pizze in ufficio e chiama la Polizia: è stato un cliente-stalker

  • Share

pizze, polizia, avvocato, stalker

Un cliente insoddisfatto oppure un errore del pc con cui vengono fatte le ordinazioni di pizze: le forze dell’ordine brancolano ancora nel buio.

Fatti una pizza e vedrai che il mondo ti sorriderà: così cantava Pino Daniele nel 1993 ed è impossibile non essere d’accordo. Esiste però la classica eccezione e per confermare la regola bisogna recarsi in Germania, per la precisione a Dortmund, e chiedere di un certo Guido Grolle.

L’uomo è un avvocato e mai avrebbe pensato che il suo piatto preferito sarebbe diventato anche il suo incubo. Un misterioso “stalker” ha ordinato a suo nome più di 100 pizze da locali sempre diversi e i cartoni fumanti sono arrivati puntualmente in ufficio, nonostante non risultasse alcuna telefonata da quell’indirizzo.

Grolle ha deciso di contattare la Polizia e a qualcuno potrebbe sembrare strano: in fondo l’anonimo responsabile delle telefonate gli sta garantendo tanto cibo e con una puntualità incredibile.

L’avvocato non ha però tutti i torti, visto che le pizze ordinate non sono proprio invitanti. Gli ordini sembrano essere stati fatti proprio per fargli perdere la pazienza.

Comments

comments

Articoli correlati