Ciabattino della Transilvania inventa le scarpe che fanno rispettare il distanziamento sociale

Commenti Memorabili CM

Ciabattino della Transilvania inventa le scarpe che fanno rispettare il distanziamento sociale

| 03/06/2020
Ciabattino della Transilvania inventa le scarpe che fanno rispettare il distanziamento sociale

Vado a fare quattro passi.

  • Per evitare il contagio da Covid-19 bisogna mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro
  • Un ciabattino rumeno, Grigori Lup, ha avuto un’idea
  • Ha confezionato un paio di scarpe speciali
  • Sono taglia 75
  • Permettono di tenere la distanza di un metro e mezzo tra due persone che le indossano
  • Costano circa 100 euro e lui crede che avranno un successone

 

Le regole d’oro per impedire che il contagio da Coronavirus continui a diffondersi restano due. La prima riguarda le mani: vanno lavate spesso e accuratamente, evitando di toccarsi il viso. La seconda riguarda le distanze: se non indossiamo la mascherina dobbiamo restare distanti da chi abbiamo di fronte frapponendo tra noi e loro almeno un metro. La prima regola è ok, la seconda è più facile a dirsi che a farsi.

Non è per mancanza di buona volontà, ma quando stiamo con gli amici viene spontaneo cercare di avvicinarsi al prossimo. A volte la distanza di sicurezza va a farsi benedire senza che nemmeno ce ne rendiamo conto. Questo ha notato Grigori Lup, che ha 55 anni, vive in Romania e di mestiere fa il ciabattino. Ha iniziato questo lavoro quando non aveva che 19 anni e oggi ha un’attività fiorente e ben avviata.

Grigori confeziona scarpe artigianali per gli attori di teatro e per i gruppi folkloristici che eseguono danze tradizionali. Il suo laboratorio si trova a Cluj-Napoca, quella che viene considerata la capitale della misteriosa Transilvania. Un bel giorno Grigori è andato in un negozio e ha osservato che, nonostante le regole, le persone stavano ben più vicine del previsto metro di distanziamento.

Fatti più in là

Così si è messo al lavoro e ha confezionato il primo paio di calzature per il distanziamento sociale. Usando diversi centimetri quadri di pelle e cuoio, con la perizia della sua arte calzaturiera ha dato vita a delle scarpe che rendono praticamente impossibile avvicinarsi troppo al prossimo. Sono taglia 75 e davanti hanno una sorta di lungo becco che le fanno assomigliare vagamente ad una papera sovradimensionata.

Leggi anche: In vendita le Nike Jesus, le scarpe sportive con acqua santa e crocifisso

Le scarpe costano 500 lei, la moneta locale, ovvero circa 100 euro. Gregori è convinto che la loro vendita lo aiuterà a risollevare un po’ le sorti dell’attività, ovviamente colpita dal prolungato lockdown. Con tutta la simpatia che ci ispira quest’uomo, noi invece ne dubitiamo: le sue scarpe saranno anche utili come presidio anti Covid-19, ma hanno tutta l’aria di essere scomodissime.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend