Problem solving? Le scimmie lo fanno meglio dell’uomo

Commenti Memorabili CM

Problem solving? Le scimmie lo fanno meglio dell’uomo

| 02/07/2020
Problem solving? Le scimmie lo fanno meglio dell’uomo

Uno studio americano ha dimostrato che le scimmie sono più brave, rispetto all’uomo, nel risolvere problemi.

  • L’uomo ha molti tratti in comune con le scimmie, specie gli scimpanzé
  • Una serie di esperimenti ha però provato che le scimmie hanno capacità che noi non abbiamo più
  • Ad esempio, hanno una migliore memoria fotografica
  • Inoltre, sanno deviare dagli schemi prestabiliti, a differenza dell’uomo
  • La studiosa Julia Watzek dice che noi uomini, a volte, siamo “davvero stupidi”

 

Il 70% del patrimonio genetico umano è simile a quello di uno scimpanzé, che sono gli animali più simili all’uomo. Spesso gli studiosi svolgono esperimenti che confrontino il comportamento degli animali e degli uomini. Ad esempio, qualche anno fa l’Università di Kyoto ha condotto un esperimento che ha coinvolto studenti del college e scimpanzé.

Si voleva testare la memoria. Su uno schermo touch venivano mostrati dei numeri secondo una sequenza stabilita e bisognava premere i tasti corrispondenti. Ha vinto uno scimpanzé che ha poi sfidato altri volontari. Li ha battuti tutti. Non demoralizziamoci: questo accade perché la memoria in natura è molto utile, ma l’uomo l’ha sacrificata per sviluppare altre capacità.

In seguiti, la psicologa Julia Watzek della Georgia State University ha proposto un ulteriore studio sul comportamento delle scimmie e degli uomini. Ha coinvolto 56 umani, 22 cappuccini e 7 macachi. Il test prevedeva di dover sviluppare una strategia per arrivare alla soluzione, e si svolgeva in questo modo.

L’esperimento

Attraverso un computer, scimmie ed umani hanno dovuto seguire uno schema in sequenza premendo un tasto quadrato con le strisce, poi uno quadrato con puntini. A quel punto appariva un triangolo che dava la possibilità di ottenere la ricompensa, un jingle per gli umani e un pezzo di banana per le scimmie (il che già la dice lunga su quanto siamo intelligenti noialtri, che ci contentiamo di un jingle).

Poi, in un’unica schermata, veniva mostrato il triangolo insieme ai quadrati. Le scimmie hanno premuto subito il triangolo per ottenere la ricompensa, gli umani no: 3 persone su 10 hanno continuato a seguire la sequenza. Ripetuto sui bambini, l’esperimento ha dato risultati interessanti. I bambini tra i 7 e i 10 anni hanno dimostrato di avere più probabilità di usare la scorciatoia rispetto agli adulti. Tuttavia più della metà di loro ha continuato a usare la strategia appresa.

Leggi anche: Una scimmia un po’ troppo curiosa cerca di smontare uno sportello bancomat (e ci riesce)

Le differenze nei vari contesti riguardano principalmente i tempi di elaborazione della possibilità di evadere dallo schema prestabilito ed insegnato. Quindi, gli adulti potrebbero attenersi alla strategia appresa perché è quello che credono di “dover” fare.“Siamo una specie unica, siamo eccezionalmente diversi in molti modi da ogni altra creatura del pianeta” ha detto Julia Watzek “Ma a volte siamo anche davvero stupidi.” E grazie tante.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend