Gli scimpanzè sono altruisti, anche se non sempre

Commenti Memorabili CM

Gli scimpanzè sono altruisti, anche se non sempre

| 08/04/2021
Gli scimpanzè sono altruisti, anche se non sempre

Alcuni studi condotti sugli scimpanzé hanno dimostrato che possono dimostrare comportamenti da altruisti, ma non sempre 

  • Due studi sugli scimpanzé hanno rivelato che si tratta di animali prosociali
  • In pratica sono “altruisti”
  • Gli scimpanzé, in determinate situazioni, sono istintivamente portati ad aiutarsi l’uno con l’altro
  • Lo studio lo ha dimostrato con un esperimento definito della “Fontana magica”
  • E con l’esperimento dello “scimpanzé fantasma”

 

Gli scimpanzé sono fra le specie più studiate e, ora, ricerche mirate hanno dimostrato la loro vena sociale, tanto da diventare anche altruisti. Gli animali, infatti, hanno dimostrato di aiutare, anche se non sempre, altri componenti del branco, pur non ricevendo nulla in cambio. 

I due studi sono stati condotti quasi in simultanea e sono stati pubblicati su due riviste scientifiche, PLOS One e Science Advance. Entrambi hanno dimostrato quanto gli scimpanzé stringano fra loro legami molto stretti fra i componenti del gruppo. In ambe due i casi, tuttavia, è stata sottolineata la differenza fra la socialità e la prosocialità. 

Cos’è la prosocialità 

Per gli scimpanzé, ma in realtà per tutti i primati, noi uomini compresi, c’è una sottile differenza fra comportamenti sociali e comportamenti prosociali. Con prosocialità, infatti, si intende l’istinto di aiutare gli altri anche nelle situazioni in cui non si ottiene niente in cambio. 

Gli esseri umani sono, per natura, individui prosociali e ora, grazie ai due studi condotti sull’argomento sappiamo che anche gli scimpanzé possono esserlo. Non sempre, però. 

Esperimento n. 1

Il primo esperimento è stato condotto da un team di ricercatori dell’Università Saint Andrews, in Scozia. Il test, che si è svolto in un santuario di primati in Zambia, a parole, è molto semplice. C’è una fontana da cui non esce acqua, ma succo di frutta. Per bere lo scimpanzé deve spingere un bottone collocato distante dalla fontana. La distanza fra bottone e fontana è fondamentale, perché significa che chi preme il pulsante non sarà lo stesso che berrà il succo di frutto. 

In un primo momento gli scimpanzé hanno serenamente ignorato il bottone, ma dopo averne capito il funzionamento la scena è stata memorabile. Quando un membro del gruppo era vicino alla fontana, il primate che si trovava in prossimità del bottone lo premeva, anche se sapeva bene che non avrebbe fatto in tempo a bere. Altruistico, no?

LEGGI ANCHE: “Chiko, lo scimpanzè che sa usare le monete per comprare bibite e lattine del distributore dello zoo”

Esperimento n. 2

Il secondo esperimento per testare se gli scimpanzé fossero, in qualche modo, animali altruisti è stato svolto a Kyoto, presso il santuario dell’università locale. I primati sono stati divisi in cinque gruppi, a tutti è stato fatto prima ascoltare il verso un animali diversi, poi quello di scimpanzé che non appartenevano al loro gruppo. 

I versi degli altri animali sono stati ignorati, ma appena gli scimpanzé hanno sentito una “voce” conosciuta ma estranea al proprio gruppo si sono avvicinati fra loro. La spiegazione fornita dai ricercatori è stata che, nel momento in cui hanno percepito la minaccia di un gruppo rivale, gli scimpanzé hanno messo da parte le discussioni interne e si sono coalizzati per affrontare il pericolo. 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend