Sexting: chi lo pratica può avere una personalità “oscura”

Commenti Memorabili CM

Sexting: chi lo pratica può avere una personalità “oscura”

| 20/06/2021
Fonte: Twitter

Le persone che fanno “sexting” – ovvero l’invio di messaggi, fotografie o video espliciti – tendono ad avere tratti di personalità “oscuri”

  • Gli psicologi hanno intervistato più di 6.000 persone in 11 paesi, compresa l’Italia
  • I soggetti hanno risposto ad un questionario sulle loro abitudini di sexting e sui tratti di personalità “oscuri”
  • È emerso che la pratica del sexting è collegata a due dei tratti della “Triade Oscura”
  • Narcisismo e machiavellismo
  • Lo studio è stato condotto dall’Università La Sapienza di Roma e dall’Università di Huddersfield, nel Regno Unito

 

Un team internazionale di ricercatori – che ha condotto indagini su più di 6.000 partecipanti in 11 paesi, tra cui Irlanda, Italia, Russia, Turchia e USA – ha scoperto che coloro che amano il sexting tendono ad avere due tratti di personalità che compongono il famoso modello della “Triade Oscura“: narcisismo e machiavellismo.

Abbiamo tutti abbastanza familiarità con il primo, di solito caratterizzato come coloro che hanno un grande ego e una mancanza di empatia. Il machiavellismo, d’altra parte, si riferisce tipicamente a persone che manipolano e sfruttano gli altri.

Tre diverse tipologie di sexting

Il sexting, che è cresciuto soprattutto tra i giovani con la proliferazione dell’uso dello smartphone, è legale se avviene tra adulti consenzienti e, soprattutto, maggiorenni. Tuttavia – come per qualsiasi comportamento sessuale – esiste un confine pericoloso quando il sexting non è consensuale. Così i ricercatori hanno distinto tra tre diversi tipi di sexting : “sperimentale”, “rischioso” e “aggravato”.

Quello “sperimentale” si riferisce allo scambio consensuale di contenuti “per affrontare i diversi temi e le esigenze di sviluppo dei giovani”, come l’esplorazione della loro identità. Il sexting “rischioso” è definito come il sexting in combinazione con altri comportamenti rischiosi, come l’invio di contenuti sotto l’influenza di alcol o droghe o il sexting con estranei o persone conosciute solo online.

Il sexting “aggravato” si riferisce a comportamenti dannosi come la condivisione pubblica di messaggi a luci rosse di qualcuno senza il suo consenso, o il sexting coercitivo “sotto minaccia” o sotto pressione di un partner o di amici. Lo studio ha esaminato la relazione tra i fattori di personalità della Triade Oscura e la tendenza a impegnarsi in questi tre tipi di sexting.

Altre differenze

Lo studio ha fatto emergere ulteriori differenze tra uomini e donne. “I risultati hanno mostrato che i ragazzi erano più propensi ad essere coinvolti nel sexting rischioso e in entrambe le forme di sexting aggravato”. Allo stesso modo, i maschi hanno dimostrato un maggiore coinvolgimento nell’invio di messaggi sotto pressione, ad esempio da un partner. Inoltre, i partecipanti più anziani, invece, avevano più probabilità di essere coinvolti nel sexting rischioso rispetto ai più giovani. Tuttavia, i partecipanti più giovani hanno riportato un numero maggiore di sexting aggravato, il tipo non consensuale e sotto pressione.

Leggi anche: La voce dice tutto sulla personalità, lo conferma la Scienza

Questo potrebbe essere legato al fatto che gli adolescenti tendono ad essere “meno orientati verso il futuro” e mostrano meno considerazioni “per le conseguenze future che li portano a coinvolgere in forme più aggravate di sexting”, ha sottolineato il team.  Lo studio è stato condotto da psicologi dell’Università La Sapienza di Roma, ma include anche ricercatori dell’Università di Huddersfield, nel Regno Unito.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend