Sulla Luna sono state ritrovate delle palline da golf

  • Share

Quante palline da golf ci sono sulla luna? No, la risposta esatta non è “nessuna”.

Il plot del film d’animazione Wall-E ci racconta di un pianeta terra sommerso dai rifiuti, in cui gli esseri umani oramai non abitano più e piccoli robottini si occupano di cercare di mantenere pulita la zona.

Non serve tuffarsi nella fantasia (o nella fantascienza) per accorgersi che grosso problema abbiamo coi rifiuti noi esseri viventi a base di carbonio. Plastica e immondizia giacciono abbandonate negli oceani e sottoterra, e dopo il recente lancio della Tesla Roadster anche nello spazio vagherà una rossa carcassa inanimata, fonte di giubilo e ammirazione ma anche di numerose polemiche.

Ma a chi sarebbe mai venuta in mente la possibilità che anche sulla luna possano esserci ammassi di spazzatura? E palline da golf. Il colpo da golf più lungo, ufficialmente registrato, è stato effettuato ad opera di Michael Hoke Austin di Los Angeles, durante lo US National Senior Open Championship del 25 Settembre 1974, raggiungendo una gittata di 470 metri.

Ovviamente ben misera distanza rispetto alle migliaia di chilometri che ci separano dal nostro astro e ad Alan Shepard, l’astronauta che nel 1971 raggiunse la luna nella missione Apollo 14, non servirono grandi doti golfistiche per divertirsi un po’.

Shepard, modificando la testa di un ferro 8 e attaccandola all’estremità di un dispositivo per la raccolta di campioni, tentò alcuni lanci, convinto che l’oscillazione fosse perfetta e che quindi le palline avrebbero viaggiato per miglia e miglia di distanza.

Comments

comments

Articoli correlati