Il Vaticano è il primo Stato al mondo per consumo di vino [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Il Vaticano è il primo Stato al mondo per consumo di vino [+COMMENTI]

| 13/10/2020
Il Vaticano è il primo Stato al mondo per consumo di vino [+COMMENTI]

Lo Stato Vaticano è primo in classifica mondiale per consumo di vino

  •  La Città del Vaticano è il primo Stato al mondo per consumo di vino
  • Con una popolazione di sole 842 persone, stima un consumo pro-capite di 74 litri l’anno
  • L’equivalente di 105 bottiglie
  • Le stime sono state diffuse dal California Wine Institute
  • Il motivo di questo record risiede nella popolazione demografica dello Stato più piccolo del mondo

 

La Città del Vaticano, con una popolazione di appena 842 persone, ha il più alto consumo di vino pro-capite al mondo. Il dato è stato diffuso dal California Wine Institute, un’organizzazione americana che segue queste tendenze. Le cifre mostrano che gli abitanti del Vaticano consumano in media 74 litri di vino pro-capite, l’equivalente di circa 105 bottiglie nel corso di un anno.

È circa il doppio della quantità bevuta dalla persona media in Francia o in Italia nel suo complesso, e il triplo della quantità consumata nel Regno Unito. Non si può negare che il Vaticano possieda un’insolita – e piuttosto uniforme – popolazione demografica.

Perché si beve tanto vino in Vaticano?

Se state immaginando che l’impennata di consumo di vino sia legata alle celebrazioni religiose, vi sbagliate di grosso. Il California Wine Institute ha dichiarato che quella quantità è già stata esclusa dal conteggio.

La ragione più logica per l’elevato consumo di vino in Vaticano è probabilmente demografica. Il National Catholic Reporter ha detto che la popolazione è composta per lo più da prelati e suore anziani, molti dei quali vivono in comunità e cenano in sale mensa dove il vino scorre libero, letteralmente.

Leggi anche: Cose che non sapevi sulla strana esistenza di chi vive in Vaticano

Il vino è uno dei doni più comuni al papa. Ci sono diversi vigneti che stampano etichette speciali e inviano casse di varie annate al Vaticano per poter rivendicare il fatto che il papa abbia assaggiato il loro vino, che condivide regolarmente con gli abitanti della Città del Vaticano.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend