Violenza, razzismo e sfruttamento: il lato oscuro della Roma antica

Commenti Memorabili CM

Violenza, razzismo e sfruttamento: il lato oscuro della Roma antica

| 26/11/2018
Violenza, razzismo e sfruttamento: il lato oscuro della Roma antica

È facile far arrivare ai posteri le grandi gesta dei grandi personaggi.

L’élite dell’antica Roma potrebbe vantare quella “dignitas” tanto decantata ma pare che la realtà dei fatti, all’epoca, fosse ben diversa. I simpatici dignitari con il vestitino bianco e rosso erano portatori di odio di classe, differenze razziali e soprattutto un incredibile sfruttamento sessuale. La visione dei cittadini civili e virtuosi probabilmente era proprio solo una visione. Non che fossero tutte brutte persone, eh, ma la differenza tra élite e popolino si faceva sentire in parecchi modi, molti dei quali farebbero rabbrividire persino i redattori dei romanzi più cruenti e scabrosi.

il lato oscuro dell'antica Roma

Infatti, a quanto pare, la dignità data dal merito, dall’onore, dall’autocontrollo e dal rispetto di un individuo si palesava solo nei confronti di quelli che non erano nemici e neppure plebaglia. Una manciata di individui, quindi. E al playboy che sul Rubicone affermò che “la dignitas” valeva come la vita stessa, ci piacerebbe ricordare che il frutto dell’amore tra lui e la sua amante Cleopatra sfilò per Roma, portato alto come un trofeo, ai danni della povera cornuta Calpurnia. Ma che volete farci, i romani amavano divertirsi. Se non ci credete sfogliate con noi le prossime pagine.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend