Gli esperti affermano: la vita sedentaria può aumentare il rischio di contrarre il cancro

Commenti Memorabili CM

Gli esperti affermano: la vita sedentaria può aumentare il rischio di contrarre il cancro

| 29/06/2020
Gli esperti affermano: la vita sedentaria può aumentare il rischio di contrarre il cancro

La vita sedentaria potrebbe ucciderci. Ma una buona notizia è proprio dietro l’angolo.

  • Da recenti studi risulta come una vita sedentaria possa incrementare il rischio di contrarre il cancro
  • Non solo tumori ed affini, ma anche depressione e morte prematura
  • Dallo studio della dottoressa Susan Gilchrist, ci giungono però ottime notizie per ridurre il problema
  • Non vi serve improvvisarvi maratoneti: per diminuire dell’8% la possibilità di contrare malattie dovute ad una vita sedentaria vi basterebbero 30 minuti di passeggiata al giorno
  • Scendete un paio di fermate prima per recarvi al lavoro, alzatevi per 5 minuti ogni ora o approfittate della pausa pranzo per camminare un po’: le possibilità sono semplici ed infinite

Chi lavora al computer, in ufficio o dietro una cassa, sa bene quanto sia controproducente uno stile di vita sedentario. La poca mobilità finisce per intaccare tutti gli aspetti della vita di un individuo, compresa la possibilità di contrarre il cancro in maniera decisamente maggiore di chi pratica una vita attiva e dell’attività fisica. Passare troppo tempo seduti sarebbe dannoso per la nostra salute decisamente più di quanto fossimo abituati a pensare. Un recente studio, però, ci racconta in che modo semplice ed immediato possiamo drasticamente ridurne il rischio.

La dottoressa Susan Gilchrist, professore associato del Dipartimento di prevenzione clinica del cancro e Dipartimento di cardiologia dell’Università del Texas, insieme alla sua equipe pare abbia condotto uno studio piuttosto interessante. Monitorando 8.000 soggetti tra il 2009 ed il 2013, la dottoressa ha scoperto come le persone più sedentarie si portassero sulle spalle il rischio di contrarre il cancro con un incremento di ben l’82% rispetto a coloro che svolgevano una vita attiva. Interrompendo la propria routine lavorativa con una passeggiatina di soli 30 minuti al giorno, tale rischio pare diminuire dell’8%.

Una vita sedentaria da combattere 30 minuti alla volta.

“Le conversazioni con i miei pazienti iniziano sempre con il motivo per cui non hanno il tempo di esercitarsi”, ha spiegato la dottoressa Gilchrist. “Dico loro di considerare la possibilità di alzarsi per 5 minuti ogni ora mentre sono al lavoro o di prendere le scale invece dell’ascensore. Potrebbe non sembrare molto, ma questo studio ci dice che anche l’attività leggera possa avere benefici sulla prevenzione del cancro”. L’assioma semplice e diretto “sediti poco, muoviti di più”, sembra funzionare alla perfezione, pur non trasformando gli impegnati lavoratori sedentari in centometristi improvvisati.

Approfittare della pausa pranzo, recarsi al lavoro a piedi o percorrere quel paio di isolati in più potrebbe salvarci la vita con uno sforzo davvero irrisorio. “La ricerca è solo l’ultima di una lunga serie di studi che ci incoraggiano a smettere di star seduti per ore e ad aumentare il nostro tempo di movimento”, ha affermato la Gilchrist. Studi precedenti, infatti, mettono in luce come una vita fossilizzata in poltrona possa aumentare il rischio di depressione e morte prematura. Un’ottima ragione per fare due passi all’aria aperta in queste meravigliose giornatine estive.

Leggi anche: La soluzione contro la sedentarietà dello smart working: FitWork Station

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend