Sui social impazza la cospirazione del 24 settembre: “Un’eruzione solare colpirà la Terra”

Commenti Memorabili CM

Sui social impazza la cospirazione del 24 settembre: “Un’eruzione solare colpirà la Terra”

| 23/09/2022
Fonte: Pexels

Secondo i cospirazionisti il 24 settembre sarà il “Giorno del Giudizio”

  • Sui social sta impazzando l’hashtag “September24”
  • Secondo i teorici della cospirazione apocalittica, proprio il 24 settembre una tempesta solare colpirà la Terra
  • Il presunto blackout interesserà tutti i Paesi del mondo, tanto che si sta parlando di “Giorno del Giudizio”
  • Per dar man forte alla teoria è stato citato anche un discorso del politico Friedrich Merz che parlava del 24 settembre come di un giorno che “rimarrà nella nostra memoria anche in futuro
  • Tuttavia il suo partito ha smentito tale ipotesi, sostenendo che si trattasse di un semplice errore

 

I social media sono pieni di teorie cospirative sul 24 settembre, che suggeriscono che una tempesta solare colpirà la Terra. Per questo motivo le persone sono state esortate a “prepararsi a un blackout” che interesserà tutti i Paesi del mondo, con i teorici della cospirazione apocalittica che hanno segnato sul calendario questa data come il “Giorno del Giudizio”. L’hashtag “September24” è stato preso d’assalto su TikTok da chi sostiene che il Sole emetterà un’enorme eruzione solare abbastanza potente da spazzare via l’intera popolazione della Terra. Per supportare questa teoria alcuni hanno citato un discorso di Friedrich Merz, leader dell’opposizione tedesca, che ha affermato: “Questo 24 settembre rimarrà nella nostra memoria anche in futuro…”.

Un TikToker molto noto di nome Chris ha dato man forte alle voci che dicono che una tempesta solare si verificherà in quel giorno: “Mi è stato anche detto che il 24 settembre 2022 sarà la fine dei tempi o il ‘grande risveglio’”. Altri hanno giurato che Donald Trump annuncerà di candidarsi alla presidenza nel 2024.  Ma è tutto vero? Seppur alcune voci non si possano smentire con dati certi, France24 ha voluto chiedere ad uno dei “diretti interessati” cosa intendesse davvero. Per questo ha contattato il partito politico di Friedrich Merz, l’Unione Cristiano-Democratica.

Il partito di Merz ha smentito: si è trattato di un semplice errore

Purtroppo per i cospirazionisti, però, un portavoce della CDU ha sfatato la teoria del “Giorno del Giudizio”. Ha dichiarato: “Il signor Merz intendeva il 24 febbraio (inizio dell’attacco russo all’Ucraina) e ha erroneamente detto 24 settembre. Quindi non è stato intenzionale. La clip è stata estrapolata dal contesto ed è stata interpretata in maniera non corretta”. Ed effettivamente, nelle note del Parlamento pubblicate, Merz ha notato l’errore e ha corretto che la data dell’attacco all’Ucraina era il 24 febbraio, non il 24 settembre.

Leggi anche: Sono passati 10 anni dalla ‘fine del mondo’ e il prossimo giorno del giudizio si avvicina

Ciò non è bastato comunque a fermare le illazioni e sui social tanti stanno contando le ore. Non è mancato comunque chi ritiene che tutto ciò sia solo un’invenzione del web. Un utente ha infatti scritto: “Ecco perché i social media e i media sono pericolosi, perché molte persone si preoccupano. Non io, perché è solo un altro appuntamento”. Un altro ha scherzato: “Pensate che ci avvertiranno quando ci sarà la fine? Tutti i ricchi saliranno su un razzo e ci lasceranno a morire”. E voi ci credete?

@cwcline #stitch with @cwcline @itoldyousol #greenscreen #september24 #globalwarming #climatechange #pakistan #flood #deluge #ekpyrosis #nasa #flatearth #solar #storm #warning #china #energy ♬ original sound – Calvin W Cline

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend