Dieta, gelato a colazione: il cibo migliore per il nostro cervello

Commenti Memorabili CM

Dieta, gelato a colazione: il cibo migliore per il nostro cervello

| 12/10/2020
Dieta, gelato a colazione: il cibo migliore per il nostro cervello

Una colazione gustosa ed “intelligente”: il gelato

  • Yoshihiko Koga è un dottore giapponese della Kyorin University
  • Koga ha avviato una ricerca per misurare gli effetti del gelato a colazione sul cervello
  • Ha esaminato due gruppi di volontari ed ha chiesto a uno dei due di mangiare del gelato al mattino
  • volontari sono stati poi sottoposti a delle domande di cultura generale ed alla misurazione delle onde Alfa
  • È stato evidenziato che i volontari del primo gruppo, che avevano mangiato il gelato, hanno dato risposte diverse rispetto al secondo gruppo

 

Sappiamo tutti che la colazione è uno dei pasti più importanti della giornata, se non il più importante di tutti. C’è chi si consola con una tazza di latte, chi invece consuma qualche fetta biscottata e chi preferisce il succo di frutta.  Uno degli alimenti meno considerati nonostante l’effetto benefico per la colazione, però, è proprio quello di cui vi stiamo per parlare: il gelato. 

Una ricerca giapponese, capitanata dal dottor Yoshihiko Koga della Kyorin University, ha evidenziato che il gelato colazione può avere degli effetti davvero straordinari sul cervello. La ricerca era strutturata prendendo come riferimento due gruppi di volontari. Al primo dei due è stato somministrato il gelato al mattino, mentre all’altro alimenti di vario tipo. Al termine dei tempi stabiliti, i volontari sono stati sottoposti a delle domande di cultura generale. I volontari del primo gruppo hanno dato risposte più efficienti è con tempi di reazione più rapidi.

I dubbi della ricerca

La conferma dello studio arriva anche dalla misurazione delle loro onde cerebrali. Chi aveva fatto colazione con il gelato registrava un aumento di onde Alfa, che determinano i livelli di concentrazione, rilassamento e coordinazione mentale. Nonostante le conferme, Koga si è interrogato sul risultato ed ha continuato con gli studi per colmare eventuali dubbi. Inizialmente, il dottore pensava che fosse il senso del freddo ad accendere i sensi e l’intuizione dei volontari in maniera ben maggiore rispetto al cibo stesso.

Leggi anche: Il cibo mangiato davanti allo specchio? È molto più gustoso, lo dicono gli scienziati

Così, ha continuato la ricerca somministrando, al mattino,  acqua ghiacciata solo ad uno dei due gruppi. I risultati si sono rivelati simili, anche se con uno scarto molto minore rispetto a quello relativo tra il gruppo che aveva mangiato il gelato e  quello che non lo aveva fatto. In ogni caso, la ricerca è ancora in corso, e siamo tutti ansiosi di sapere con precisione la reale risposta. Il gelato a colazione è una buonissima idea, specie se ci rende più intelligenti.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend