I fichi non sono frutti: sono fiori che contengono insetti

Commenti Memorabili CM

I fichi non sono frutti: sono fiori che contengono insetti

| 21/03/2021
Fonte: Pixabay

Sapevate che i fichi non sono frutti? E che contengono insetti?

  • Sapete cosa sono e cosa contengono veramente i fichi?
  • I fichi non sono frutti, ma fiori
  • E al loro interno ci sono degli insetti morti
  • Nel dettaglio si tratta dei resti delle vespe del fico e delle sue uova
  • State tranquilli: anche se muoiono nel fico, questo non dovrebbe impedirvi di godere dei suoi benefici

 

Dolci e morbidi, i fichi sono ricchi di ferro, rame, potassio e vitamine del gruppo B. Con i suoi numerosi benefici per la salute e il suo contenuto di fibre, è l’alleato ideale in una dieta equilibrata. Ma sapete cosa sono e cosa contengono veramente? Ebbene i fichi non sono frutti, ma fiori e non è tutto. Sgranocchiando un fico, si ingoiano anche i resti degli insettiFirst reaction: shock (cit.). Ma analizziamo il tutto nel dettaglio.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Come abbiamo appena accennato, contrariamente alla credenza popolare, i fichi non sono frutti, ma fiori rovesciati. Infatti, le foglie del fico fioriscono diversamente dagli altri alberi e si schiudono all’interno del guscio che protegge il fico. Di conseguenza, il fiore del fico porta un frutto che contiene solo un seme e un achenio, cioè la parte che ci dà questa consistenza croccante. Ogni fico è composto da molti acheni, così che quando li mangiamo, in realtà stiamo mangiando diversi frutti allo stesso tempo. Ma da dove vengono gli insetti che ingoiamo?

Le vespe del fico

I piccoli filamenti all’interno del fico sono fiori che devono essere fecondati per produrre frutti. Per fare questo, c’è bisogno del polline. È qui che entrano in gioco le famose vespe del fico. Queste sono incaricate di trasportare il polline e, reciprocamente, la vespa ha bisogno del fiore per deporre le sue uova.

Generalmente, la vespa femmina penetra un fico maschio, [noi mangiamo solo il fico femmina, ndr]. Tuttavia, quando lo fa, perde le sue antenne e le sue ali, che vengono distrutte dal guscio che attraversa. Catturata in una trappola, depone le sue uova prima di morire. Tuttavia, questo sacrificio ha dei benefici, poiché permette ai fiori dei fichi di sbocciare e ai frutti di maturare.

Se per errore la vespa entra in un fico femmina, cioè quello che mangiamo noi, non può né riprodursi né abbandonarlo perché le sue antenne e le sue ali sono comunque distrutte, e quindi va incontro allo stesso destino fatale di quando entra in un fico maschio. Le larve, invece, sopravvivono al processo di impollinazione. I maschi e le femmine lavorano insieme per scavare un tunnel e permettere alle femmine di fuggire con l’aiuto del polline. Tuttavia le larve maschili sono soggette allo stesso destino della vespa.

Leggi anche: Caffè e scarafaggi: il disgustoso legame svelato su TikTok

State tranquilli: anche se muoiono nel fico, questo non dovrebbe impedirvi di godere dei suoi numerosi benefici. Infatti, la sua croccantezza non ha niente a che vedere con la carcassa della vespa o con quella delle larve maschili. La ragione è che i fichi contengono la ficina, un enzima che dissolve la carcassa di questi piccoli insetti, trasformandoli semplicemente in proteine.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend