App IMMUNI: Utenti, notifiche e il flop. “Sono positiva e l’app è andata in tilt”

Commenti Memorabili CM

App IMMUNI: Utenti, notifiche e il flop. “Sono positiva e l’app è andata in tilt”

| 01/08/2020
App IMMUNI: Utenti, notifiche e il flop. “Sono positiva e l’app è andata in tilt”

Le falle nel sistema di Immuni: notifiche a caso e poca precisione

  • Sbandierata come l’app che avrebbe arginato il diffondersi della pandemia
  • Innalzata a prova di senso civico e di affetto verso se stessi e i propri cari
  • La formidabile Immuni, però, non è risultata esente da piccole e insignificanti falle nel sistema
  • A compromettere la reputazione della portentosa tecnologia, la testimonianza di una contagiata
  • Tra i difetti di poco conto riscontrati, l’invio di notifiche a casaccio e un numero davvero troppo ristretto di segnalazioni di allerta

 

Non si è certo rivelata immune da malfunzionamenti l’app che avrebbe dovuto contribuire a tenere sotto controllo la diffusione del coronavirus. L’avevano presentata come un’arma di ultima generazione per tracciare i contagi. E invece, a causa delle numerose falle nel sistema, Immuni non ha propriamente riscosso pareri positivi da parte di coloro che l’hanno scaricata sul proprio smartphone. Tra questi, la testimonianza di Francesca (il cui nome è di fantasia per motivi di privacy). La donna è stata presentata come il primo caso di contagio scoperto grazie alla portentosa tecnologia. Peccato che, stando al suo racconto, le cose siano andate un pelino diversamente. Francesca, infatti, ha scoperto di essere affetta dal COVID solo dopo aver saputo che suo padre era infetto. Così, si è sottoposta al tampone, risultando positiva. Insomma, il decantato risultato ottenuto con l’applicazione si è rivelato un tantino mistificatorio.

L’accaduto

«Ho scaricato Immuni da subito sia per proteggere i miei cari che per senso civico, ma ho scoperto di essere positiva dopo il ricovero di mio padre per Covid, non dalla app». Il venerdì precedente la sottopongono a tampone e la domenica comunicano il risultato. «A quel punto un addetto della Asl mi ha chiesto se avevo installato Immuni e se volevo attivare il sistema di notifiche alle persone con le quali ero stata in contatto negli ultimi giorni. Ho acconsentito e dopo qualche giorno ho saputo che era arrivato un alert a una persona di Pescara, che a me è restata totalmente anonima così come deve essere. Ho controllato giorno e orario ma io in quel momento ero a Chieti a fare proprio il tampone», confessa, per poi raccontare di un’altra falla, stavolta scoperta da una sua amica.«Anche lei ha scaricato Immuni e le è arrivata più di una notifica di allerta. Ma anche nel suo caso si riferivano a persone incontrate in località dove lei non è mai stata in quei giorni»

Non c’è trucco e non c’è inganno

Dopo essere risultata positiva al coronavirus, Francesca ha deciso di allertare tramite l’app le persone con cui era venuta a contatto. In seguito, ha scoperto che una delle notifiche era arrivata a una persona di Pescara, rimasta anonima. Peccato che lo stesso giorno, all’esatta ora rilevata da Immuni, la donna si stesse sottoponendo al tampone a Chieti. La sua esperienza non è l’unica. Infatti, anche la sua amica ha raccontato di aver ricevuto numerose notifiche di allerta.

Leggi anche: In arrivo l’app “Immuni”: a cosa serve, chi la userà, come funziona

I presunti contatti con persone positive, però, sono avvenuti in posti in cui la donna non è mai stata. Da segnalare, poi, la sostanziale inutilità dell’applicazione. Dai telefoni dei 47 positivi che l’hanno scaricata, sono partite appena 23 segnalazioni. Una cifra piuttosto esigua, visto che Immuni dovrebbe tracciare i contatti avvenuti negli ultimi 14 giorni. Insomma, non proprio la miracolosa tecnologia che credevamo. Qualche piccola miglioria sarebbe necessaria. Se così non fosse, l’unica cosa che andremmo a scaricare sarebbe l’app. Nel water.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend