La storia del romeno accoltellato da un giordano colpito a martellate da un marocchino.

  • Share

Esistono storie in grado di mandare il cervello in un loop talmente complesso da farlo vaporizzare all’istante. Come questa vicenda, svolta a colpi di sopravvivenza. I commenti sono stati tantissimi e molti dei quali sottovalutati, ma come dei falchi li abbiamo riportati in vita.

Dai presupposti può essere tranquillamente considerata una barzelletta, ma è successo tutto davvero. Un giordano, dopo aver intensamente discusso con un rumeno, ha perso il raziocinio e lo ha accoltellato al petto. Il marocchino in disparte, osservando l’accaduto, ha deciso di correre in soccorso al rumeno, aggredendo il giordano con un martello. Il tutto è successo in quella ridente cittadina chiamata Treviso. Il rumeno e il giordano sono stati portati d’urgenza all’ospedale di Mestre per ricevere le adeguate cure, mentre il marocchino se l’è cavata con qualche contusione.

Sono tutti sopravvissuti e nessuno dei tre è in pericolo di vita. La faccenda però ha ancora memorabilità da dare. All’ospedale, durante le cure, sembra che il giordano si sia ripreso tentando di raggiungere nuovamente il rumeno per ricominciare la lite. Per la serie “le cose o si fanno bene o non si fanno per niente”. E’ dovuta intervenire la polizia a sedare la rissa che stava nuovamente nascendo, mettendo immediatamente fine alla rivolta del giordano. Che adesso rischia il carcere.

Insomma, colpi di memorabilità da tutti i lati che però, fortunatamente, non hanno portato a nessuna vittima. Ogni tanto è ancora possibile che le cose abbiano un lieto fine. Ci chiediamo cosa sarebbe successo se ci fossero state altre persone di diverse etnie a continuare l’incredibile reazione a catena in atto. Ma ad alcune domande è meglio non avere una risposta. Piuttosto, i vostri commenti hanno condito il tutto in maniera diversa dal solito, visto che ci son stati molti casi in cui la memorabilità non è stata premiata come ci aspettavamo. Eccoveli raccolti con l’effetto matrioska:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, CHE DA FONTI CERTE IL GIORDANO E’ ANCORA CALDO): Le memorabilità de “Il Signore degli Anelli”.

Comments

comments

Articoli correlati