Macchina della verità con IA: legge i muscoli facciali che non sai nemmeno di avere

Commenti Memorabili CM

Macchina della verità con IA: legge i muscoli facciali che non sai nemmeno di avere

| 22/11/2021
Fonte: Pixabay

Realizzata una nuova macchina della verità in grado di rilevare i movimenti facciali più impercettibili

  • I ricercatori dell’Università di Tel Aviv hanno messo a punto una nuova macchina della verità dotata di IA
  • Il nuovo sistema esamina ogni minimo movimento facciale e sfrutta l’apprendimento automatico
  • I movimenti includono il cambiamento dei muscoli delle guance e delle sopracciglia
  • Il sistema è stato sottoposto ad un test con dei volontari
  • Al momento ha raggiunto una precisione del 73%

 

I ricercatori dell’Università di Tel Aviv hanno sviluppato un sistema che può rilevare se una persona sta mentendo o dicendo la verità, basandosi sui movimenti facciali. Il sistema funziona utilizzando l’apprendimento automatico e l’Intelligenza Artificiale per analizzare i piccoli cambiamenti nei movimenti muscolari nel momento in cui una persona dichiara una menzogna. I movimenti includono il cambiamento dei muscoli delle guance e delle sopracciglia.

I muscoli facciali sono stati studiati con l’aiuto di adesivi stampati su superfici morbide che contenevano elettrodi, con i quali venivano monitorati nervi e muscoli. Per lo studio, gli esperti hanno attaccato questi adesivi ai muscoli delle guance vicino alle labbra e ai muscoli sopra le sopracciglia. In seguito, ai volontari è stato chiesto di sedersi in coppia, indossare le cuffie e affrontarsi prima che le parole “linea” o “albero” venissero pronunciate nelle loro orecchie. Successivamente è stato chiesto ai volontari di mentire o dire la verità su quale parola avessero sentito nelle cuffie.

Il compito del partner era quello di scoprire se l’altra persona stava mentendo. I risultati hanno evidenziato che il partner non riusciva a capire se l’altro individuo stesse mentendo o dicendo la verità. Tuttavia, i segnali elettrici raccolti dagli adesivi sul viso hanno rilevato una bugia nel 73% dei casi. Anche se gli attuali rilevatori di bugie usati dalle forze dell’ordine hanno una precisione maggiore di questa, intorno all’80%, questa implementazione è ancora agli inizi.

“Dal momento che si tratta di uno studio iniziale, la menzogna stessa era molto semplice. Di solito, quando mentiamo nella vita reale, raccontiamo una storia più lunga che include sia componenti ingannevoli che veritiere. Nel nostro studio, abbiamo avuto il vantaggio di sapere cosa i partecipanti hanno sentito attraverso le cuffie, e di conseguenza conoscere anche quando stavano mentendo. Così, utilizzando tecniche avanzate di apprendimento automatico, abbiamo addestrato il nostro programma a identificare le bugie sulla base dei segnali EMG (elettromiografia) provenienti dagli elettrodi”, ha spiegato il professor Levy, uno dei ricercatori principali del progetto.

“Applicando questo metodo, abbiamo raggiunto una precisione del 73%: non perfetta, ma molto meglio di qualsiasi tecnologia esistente. Un’altra scoperta interessante consiste nel fatto che le persone mentono attraverso diversi muscoli facciali. Alcuni mentono con i muscoli delle guance e altri con le sopracciglia. I ricercatori credono che la loro IA avrà delle “conseguenze impressionanti in molte sfere della nostra vita”.

Leggi anche: App di incontri: quali sono le piccole bugie che si dicono di più?

“In banca, negli interrogatori della polizia, all’aeroporto o nei colloqui di lavoro online, le telecamere ad alta risoluzione addestrate a identificare i movimenti dei muscoli facciali saranno in grado di distinguere le dichiarazioni veritiere dalle bugie. In questo momento, il compito del nostro team è quello di completare la fase sperimentale, addestrare i nostri algoritmi e fare a meno degli elettrodi. Una volta che la tecnologia sarà stata perfezionata, prevediamo che possa avere numerose e diversificate applicazioni”.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend