Pizza “condita” con cocaina al posto del sale: arrestato titolare del ristorante [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Pizza “condita” con cocaina al posto del sale: arrestato titolare del ristorante [+COMMENTI]

| 01/09/2021

Il titolare di un ristorante serviva pizza ai suoi clienti “accompagnata” da piccole dosi di cocaina

  • L’episodio è avvenuto a Giussano, in provincia di Monza
  • Il titolare del locale, di nazionalità egiziana, aveva nascosto la cocaina nei barattoli del sale con il quale condiva la pizza
  • Insieme al cibo d’asporto, consegnava dosi di droga ai suoi clienti “più affezionati”
  • Proprio grazie ad uno di questi ultimi i Carabinieri hanno colto in flagrante il giro di spaccio messo in atto dal commerciante
  • L’uomo ora dovrà rispondere dell’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti

 

Pizza condita con un “pizzico” di cocaina in quel di Giussano, in provincia di Monza. Presso una nota pizzeria locale, infatti, il titolare di quest’ultima consegnava pizze e cibo d’asporto accompagnati con partite e dosi di sostanze stupefacenti per i clienti più “affezionati”.

Cocaina al posto del sale per rendere le pietanze più appetitose, dato che l’uomo aveva escogitato un piano ben pensato per non lasciare tracce della droga smerciata. Quest’ultima era stata nascosta nel barattoli di sale e spezie per non dare nell’occhio.

Pizza alla cocaina: la prima che si può “tagliare” con la carta di credito

Il commerciante, un trentottenne di nazionalità egiziana, era solito vendere dosi di cocaina a determinati clienti. Con la scusa di ritirare la pizza, erano in realtà anche alla ricerca di droga, passando quindi inosservati.

È proprio grazie ad uno di questi ultimi che i Carabinieri, durante un ordinario controllo, hanno fermato un uomo all’uscita della pizzeria con una margherita “farcita” con una bustina di polvere bianca sospetta.

Da qui i militari hanno inizializzato le indagini inerenti al locale, rinvenendo e sequestrando al suo interno più di cinquanta dosi al termine della perquisizione.

Quasi tutte erano meticolosamente nascoste nei barattoli e negli espositori destinati al raccoglimento degli ingredienti per realizzare le pizze.

Leggi anche: Trovato con la cocaina nel portafogli in tribunale: aveva un’udienza per reati correlati agli stupefacenti

Il titolare della pizzeria aveva attivato una “linea speciale” per i clienti che, insieme al cibo d’asporto, cercavano anche la droga.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend