Lanciato il primo satellite per ripulire lo Spazio dalla spazzatura

Commenti Memorabili CM

Lanciato il primo satellite per ripulire lo Spazio dalla spazzatura

| 06/04/2021
Lanciato il primo satellite per ripulire lo Spazio dalla spazzatura

È partita la missione per ripulire lo Spazio dalla spazzatura, il satellite in orbita raccoglierà gli oggetti che minacciano la vita sulla Terra

  • Il satellite per ripulire lo Spazio dalla spazzatura ha raggiunti l’orbita
  • Aiuterà a sbarazzarsi di razzi, dadi e bulloni nello Spazio
  • Più di 8.000 tonnellate di detriti si trovano nell’orbita inferiore
  • I materiali spazzatura minacciano di ostacolare la vita sulla Terra
  • Un problema grave quanto la plastica nell’oceano

 

È arrivato in orbita il satellite per ripulire lo Spazio dalla spazzatura. L’ELSA-d o End-of-Life Services di Astroscale ha raggiunto l’orbita ed è pronto per pulirla in profondità come se fosse l’aspirapolvere più efficiente e più grande del mondo. Lanciato lunedì scorso dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan, il satellite è finalmente in orbita. La missione servirà a testare per la prima volta quest’ultima idea su come sbarazzarsi della spazzatura nello Spazio. A differenza delle bottiglie in plastica o dei packaging alimentari che troviamo al parco o in spiaggia, la spazzatura nello Spazio è molto più pesante.

Ci sono più di 8.000 tonnellate di detriti nell’orbita inferiore costituite da satelliti distrutti, parti di razzi esauriti, dadi e bulloni, oggetti metallici e altri oggetti inviati nello spazio. Tutti questi oggetti spazzatura continuano a fluttuare tra il vuoto dello spazio e la gravità della terra, insieme ai satelliti funzionali. Alcuni di loro viaggiano alla velocità di 29.000 km all’ora. Questi materiali spazzatura minacciano di ostacolare la vita sulla Terra. Potrebbero interrompere i servizi di comunicazione come quello delle previsioni meteorologiche, le telecomunicazioni ed i sistemi GPS, che sono diventati essenziali per la vita quotidiana degli esseri umani.

Spazzatura nello Spazio: un problema tanto importante quanto la plastica nell’oceano

“Questo è un problema come la plastica nell’oceano. Lavoriamo da otto anni per trasformare un problema difficile in un business “, ha affermato John Auburn, amministratore delegato di Astroscale nel Regno Unito. La navicella di End-of-Life Services di Astroscale tenterà di raggiungere e catturare i detriti per poi bruciarli nella bassa atmosfera, lontano dai satelliti funzionanti e dalla superficie terrestre.

Leggi anche: “Un nuovo satellite commerciale è capace di spiarci fin dentro le nostre case”

Il satellite si compone da un server e un client. Il client si comporterà come una “finta spazzatura” spaziale. Sarà prima catturato dal server e poi rilasciato nell’atmosfera.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend