Gli scienziati danesi che hanno creato i peti artificiali: l’odore è praticamente identico

Commenti Memorabili CM

Gli scienziati danesi che hanno creato i peti artificiali: l’odore è praticamente identico

| 01/07/2020
Gli scienziati danesi che hanno creato i peti artificiali: l’odore è praticamente identico

Peti artificiali direttamente in laboratorio

  • I peti artificiali sono stati riprodotti in modo preciso e accurato da alcuni ricercatori scandinavi che hanno valutato diversi batteri
  • Uno specialista di microbiologia clinica ha giudicato la consistenza dell’odore e quanto fosse simile a quello del nostro organismo
  • L’obiettivo della ricerca è stato quello di eliminare una volta per tutte l’imbarazzo causato da queste flatulenze
  • La ricetta consiste in una combinazione di due o tre batteri, dopo averne approfondite altre sette dello stesso tipo
  • Ora si punta all’eliminazione definitiva dei peti improvvisi e imbarazzanti, ma il passo in avanti è indiscutibile

Artificiali, ma pur sempre peti. Circa tre anni fa alcuni scienziati danesi hanno pensato bene di creare appunto dei peti artificiali, una invenzione che potrebbe sembrare superflua e inutile. Le flatulenze sono quanto di più imbarazzante si possa immaginare, tra l’odore sgradevole e il rumore inequivocabile. L’obiettivo della scienza è proprio quello di neutralizzarle in maniera efficace.

Il progetto è molto serio e ambizioso e gli esperti scandinavi hanno lavorato sodo in laboratorio per ricavare qualcosa in tutto e per tutto simile a quello che viene prodotto dal nostro organismo. Di cosa si tratta? Per ricavare i peti artificiali, si è deciso di unire diversi batteri che hanno poi dato vita alla ricetta definitiva, in grado di diffondere nell’aria un odore realistico e non certo piacevole.

La valutazione dell’esperto

I batteri in questione facevano parte di una serie di colture e sono stati “mescolati” in un vaso anaerobico. Gli scienziati hanno atteso un giorno intero prima di rimuovere il prezioso e provvidenziale coperchio e uno di loro è stato incaricato di giudicare la verosimiglianza della flatulenza creata in laboratorio. Il compito è toccato a uno specialista di microbiologia clinica che ha dato il suo ok dopo essersi turato il naso.

Leggi ancheL’uomo che ha convinto sua moglie che i peti non sono altro che vibrazioni del telefono

La ricetta dei peti artificiali non è complicata come si potrebbe pensare. Si sta parlando di una combinazione di due o tre ceppi selezionata tra altre sette dello stesso tipo. L’odore più appropriato è stato quello dei batteri Bacteroides fragilis ATCC 25285, Clostridium difficile ATCC 700057 e Fusobacterium necrophorum ATCC 25286. Le ricerche future serviranno a sconfiggere una volta per tutte l’emissione indesiderata.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend